Divinazione tra storia e mistero

Buongiorno a tutti!


Da questo mese, andremo ad introdurre dei nuovi argomenti, come i segreti dell'antichissima arte della divinazione.


L''uomo ne ha sempre subito il fascino e dalla notte dei tempi si è avventurato con ogni mezzo per capire i segreti occulti.

Magia, stregoneria e divinazione sono state tra le prime forme di spiritualità nell'uomo stesso, che si fondavano sulla credenza che gli Dèi avessero eletto alcuni uomini chiamati maghi, piuttosto che profeti o stregoni, atti a rivelare segreti celesti ed a far da tramite tra il mondo e l'ignoto.


Già dall'epoca dei Caldei, così come dei Babilonesi vennero elaborati principali metodi di previsione; anche in Grecia successivamente vennero studiate con spirito più razionale le profezie divinatorie attraverso gli oracoli celebri come Delfi o Didone, e furono create delle vere e proprie istituzioni con corporazioni e profeti che assumevano autorità quali consiglieri politici. Anche l'interpretazione dei sogni ebbe importanza applicandola alla medicina e sopravvisse fino al cristianesimo in cui rituali magici furono sostituiti dalla preghiera, conservando comunque un aspetto visionario attraverso l'estasi profetica. In Italia crebbero le scuole sacerdotali, attraverso dei rituali complessi per le scienze divinatorie.



Pizia, la sacerdotessa del dio Apollo che profetizzava nel Tempio di Delfi


Gli Etruschi, per esempio, pur non facendo sacrifici come i Caldei, tuttavia praticavano una divinazione basata sui corpi degli animali: ad esempio, osservando il fegato, quale organo considerato della forza e del coraggio era oggetto di grande attenzione e di grande considerazione. In Italia, la simbologia prese fortemente piede, soprattutto l'interpretazione dei simboli del linguaggio umano divenne arte divinatoria. Ma vi fu anche un'ostilità crescente da parte degli imperatori romani nei confronti degli indovini, che furono fortemente perseguitati e condannati, anche durante il medioevo.



Fegato di Piacenza, II-I sec. a.C. Museo Civico di Piacenza. Veniva usato per divinare


In sostanza, furono utilizzati molti metodi: prima di origine caldea, poi romana e greca a cui sopravvisse l'astrologia, in quanto era una scienza unica considerata tale fino alla rivoluzione copernicana.


L'astrologia, ai tempi nostri, è largamente praticata, essendo sopravvissuta a tutti i progressi della scienza. Nei prossimi mesi, andremo ad approfondire le varie arti divinatorie, introducendole come argomento.


Spero che l'argomento vi affascini, e che possa ampliare i vostri orizzonti, e che la vostra curiosità possa trarne un beneficio!


Un augurio a tutti di buon fine estate, e che le stelle siano con noi!

Silvia M.Vaccari


Studiosa di astrologia, esperta in Temi Natali e Rivoluzioni Solari.

3356587588, info@silviamvaccari.com

100 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti